MUTUO PER RISTRUTTURARE LA TUA CASA – DETRAZIONI E AGEVOLAZIONI: OGGI CONVIENE

MUTUO PER RISTRUTTURARE LA TUA CASA – DETRAZIONI E AGEVOLAZIONI: OGGI CONVIENE

Il mutuo è un finanziamento di durata variabile tra un minimo di 5 a un massimo di 30 anni.

Di solito viene richiesto per acquistare, ristrutturare o costruire un immobile.
 
 
Esso è garantito da ipoteca (generalmente sostanziale di primo grado) sull’immobile.
 
 
Può essere a tasso fisso (rata sempre uguale) o variabile (può cambiare, con cadenze prestabilite, secondo l’andamento di uno o più parametri).
Alcuni istituti offrono un Mutuo a tasso misto e consentono di scegliere il tipo di tasso applicato inizialmente (tra tasso fisso e tasso variabile) e il periodo (3 anni oppure 5 anni) per il quale tale tasso verrà applicato.Alla scadenza di tale periodo si potrà scegliere di nuovo il tipo di tasso (fisso o variabile) e il periodo (3 anni oppure 5 anni).
 
 
Solitamente il mutuo per acquisto finanzia l'80% del valore dell’immobile per acquisto 1a casa, 75% del valore dell’immobile per 2a casa.
 
 
In caso di ristrutturazione è finanziabile 100% del costo dei lavori di ristrutturazione.
Oggi conviene finanziare la ristrutturazione di immobili poichè vi sono specifiche normative che favoriscono tali interventi.
Ad esempio è stata prorogata fino al 31 dicembre 2013 la detrazione per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici (65% dell'intervento); la proroga è fino al 30 giugno 2014 per gli interventi riguardanti parti comuni degli edifici condominiali o tutte le unità immobiliari del condominio, il tutto per le spese sostenute dal 4 agosto al 31 dicembre 2013.
Sono molti gli interventi finanziabili e detraibili.
 
 
Ecco un Breve elenco:
 
- interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti;
 
- interventi su edifici esistenti (coperture e pavimenti), finestre comprensive di infissi;
 
- installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive,case di ricovero e cura, istituti scolastici e università;
 
- interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
 
- interventi di sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria.
 
 
Inoltre sono agevolati anche interventi:
 
- relativi a parti comuni degli edifici condominiali;
 
- che interessano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio.
 
La normativa attuale stabilisce che la detrazione spettante in base all’articolo 14 del decreto è ripartita in dieci quote annuali di pari importo, confermando quanto già stabilito dall’art. 1, comma 48, della legge n. 220 del 2010.
Per ogni ulteriore chiarimento o per un preventivo sulla tua operazione di acquisto o ristrutturazione rivolgiti allo Studio Notarile Santosuosso
 
 
LEGGI LA NORMA

 

Torna a "Consulenza e Pareri Scritti"